Blog

Visitare Vico Equense

vico equense

Una vacanza a Vico Equense

Una vacanza a Vico Equense e si può dire di aver visitato (un po’ di) tutto quello che offre l’Italia.

Cosa visitare a Vico Equense? Tutto, e si avrà un riassunto di quello che c’è di bello nella penisola, è un microcosmo dal quale si può ricavare davvero un’esperienza completa.  Completa e straordinaria, ovviamente.

Vico è una cittadina all’imbocco della Penisola Sorrentina, la parte che guarda il Golfo di Napoli della penisola che divide appunto quest’area da quella di Salerno, con la – quasi – altrettanto bella costiera amalfitana. (Chi abita di là non sarà d’accordo, ma quale parte dei due golfi è più bella è questione irrisolta). Oltre Punta Campanella, che segnala il punto estremo della penisola, c’è Capri, allineata con la terraferma, a indicare che tantissimi anni fa l’isola non c’era e tutto era parte continentale. (E Capri? Ancor più bella? L’unica è venire in vacanza a Vico Equense, visitare tutto e decidere la graduatoria).

Ma restiamo, per il momento a Vico, altrimenti la nostra dichiarazione che qui c’è già tutto, sembra fasulla. La cittadina è su uno sperone roccioso a picco sul mare. Da uno dei tanti punti panoramici lo spettacolo del Golfo di Napoli è straordinario: il Vesuvio che domina, al centro della vista, tranquillo e placido, con i boschi che si intravvedono fin quasi ad arrivare alla cima. Poi Napoli che si distende, la penisola di Pozzuoli, dirimpettaia e altro versante del Golfo – “la più bella baia del mondo” ebbe a dire Goethe – e le isole di Procida – bassa e distesa – e di Ischia, con il Monte Epomeo che la domina. Sotto il balcone panoramico, magari quello di fronte alla Chiesa dell’Annunziata, si vedono le spiagge, quella di Vico e quella di Marina di Equa. Ci si prenda il tempo di raggiungerle e di passeggiare lungo la spiaggia. Quindi mare, spiagge, panorami marini, una chiesa gotica come non ce ne sono in tutta la Penisola, e abbiamo già esaurito molte tappe del nostro mini viaggio in Italia. Tutte tappe splendide. Poi si può passeggiare per il bel centro cittadino, elegante, con qualche palazzo antico, un castello (un altro, risalente all’XI secolo è sulla strada statale), con bei negozi, caffè accoglienti, ristoranti, pizzerie.

La collina

Ma non basta ovviamente, l’Italia è paese di mare e di collina, e a Vico la collina è splendida. Si sale verso il Monte Faito, attraversando una serie di frazioni del Comune, tra panorami del mare e del Golfo, affiancando distese di ulivi e di viti. La collina appenninica è dovunque ricca di oliveti e di vigne, e qui non manca né l’olio né il vino, quel vino campano tanto amato dai Romani, che rappresentava la ricchezza dei pompeiani che lo coltivavano qui e sul Vesuvio e lo commercializzavano in tutto il Mediterraneo. E qui pascolano le mucche di razza agerolana, quelle dal cui latte si produce il famoso Provolone del Monaco, che si può acquistare direttamente dai produttori che si incontrano lungo la strada.

Il Monte Faito

Si sale ancora, la collina cede il passo alla montagna vera e propria e si arriva, passando nel bosco di faggi, al Belvedere a più di 1100 metri. Siamo ancora a Vico, ma il clima è mutato: siamo in montagna! Eppure il mare è lì vicino, e il panorama è straordinario su tutto il Golfo di Napoli, fino a Capri e a Ischia, lontana.  Ma visibilissima. E non è finito, perché si può ancora salire e arrivare oltre i 1200 metri fino alla chiesa di san Michele, dal cui belvedere il paesaggio è ancora più ampio, spingendosi verso il Golfo di Salerno e la costiera amalfitana.

La gastronomia

Abbiamo detto tutto? Manca il cibo, se no, che Italia è? abbiamo parlato del provolone, ma anche un magnifico fior di latte viene prodotto con il prezioso latte delle agerolane. E il vino è eccellente, bianco e rosso, così come l’olio profumato. E Vico è patria di alcuni dei maggiori chef italiani, di una pizzeria famosa.

L’Hotel Angiolieri presenta un riassunto di Vico, qui c’è tutto. Un panorama marino magnifico che si gode dalla terrazza del ristorante. Un ristorante – L’Accanto – appunto di assoluta eccellenza. Anche una pizzeria gourmet – Saporì – anch’essa dotata di terrazza con vista del Golfo. Cosa si vuole di più?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *